Posts Tagged ‘formazione’

Educatori o giustizieri?

ottobre 28, 2016

Torno alla mia analisi dell’Amoris Laetitia sottolineando alcuni aspetti che, per motivi diversi, mi hanno colpito.

Alla fine del paragrafo 37 c’è questa frase:

“Siamo chiamati a formare le coscienze, non a pretendere di sostituirle.”

La parte precedente del paragrafo è comunque chiarissima, ma questa frase mi sembra riassuma tanti errori passati, presenti e futuri… miei prima di tutto.

Quante volte pretendiamo che ci si comporti in un certo modo perché è giusto, non perché siamo in grado di far vedere la bellezza di una scelta invece di un’altra.

Quante volte falliamo (fallisco) come educatore (soprattutto coi miei figli) perché non so far vedere loro quanto è bello fare le cose in un certo modo invece che in un altro… e perché? Forse perché in realtà questa bellezza io non la conosco davvero, ma solo per sentito dire e allora diventa difficile trasmetterla…

Questo è il compito della Chiesa, come gerarchia, come istituzione, ma anche come singoli fedeli: formare le coscienze, non sostituirsi ad esse.

E una coscienza ben formata è quella che sa vedere il bello e scegliere il bene, come ha insegnato Gesù, il bello e buon pastore…

Ancora su Zeitgeist

novembre 13, 2010

Questa volta non scrivo nessuna novità, ma fornisco qualche informazione di servizio. Mi hanno fatto notare che da qualche settimana era impossibile scaricare la Confutazione di Zeitgeist. Non so come sia capitato e mi dispiace, ora dovrebbe funzionare tutto correttamente. Potete scaricarla al link nel post apposito che riporto qui per comodità:Confutazione Zeitgeist

Se notate ci fossero problemi a scaricarla non esitate ad avvertirmi.

Ne approfitto anche per dirvi che mi fa piacere che questa questione di Zeitgeist si stia evolvendo. Tre parrocchie mi hanno invitato a tenere degli incontri da loro, parlando del filmato e smontando le cose che dice. Tra l’altro so che il mio lavoro viene utilizzato per fare formazione ai giovani e ai sacerdoti. Al di là della soddisfazione personale, che ammetto esserci, quello che mi rende veramente contento è poter fare qualcosa di concreto per Gesù. Poter usare uno dei doni che Lui mi ha dato per fare qualcosa per Lui. Già due volte mi hanno chiesto di parlare di questo tema agli adolescenti e credo sia una cosa bellissima perché in questo modo li si vaccina da quello che poi il mondo gli propone.

Una volta sognavo di fare incontri o conferenze in cui parlare dei miei libri, poi ho capito quanto quello fosse vanità e basta, ora, quando mi capita e me lo chiedono parlo di Gesù.

Naturalmente i miei libri ci sono e tra l’altro vendono anche discretamente per cui se siete incuriositi o indecisi, io approfitto anche er farmi un po’ di pubblicità. Oddwars lo trovate direttamente sul sito della Feltrinelli o in qualunque libreria di quella catena, se non ce l’anno subito è sufficiente ordinarlo. Invece i racconti del crocevia, che raccoglie i racconti di questo blog, lo potete ordinare in rete direttamente cliccando sull’icona che trovate sulla barra di questo blog. In ogni caso se segnalate questi libri a chiunque pensate possano interessare mi fate un grande piacere, non c’è cosa più bella e importante del passaparola per promuovere un libro di un autore esordiente. E infine ho un altro libro nel cassetto, questa volta un fantasy puro, se conoscete un editore interessato ditegli di contattarmi che ne parliamo.

Ok ho finito con la pubblicità, grazie per la pazienza e l’amore con cui seguite questo blog che cresce ogni giorno di più. Scusate se non lo aggiorno sempre spesso, ma gli impegni della vita sono sempre molti e se ho del tempo libero tendo a dedicarlo a mia moglie e al Signore.

Che il Signore ci sorrida sempre!