A Sanremo tutto è permesso


Non seguo Sanremo, neanche mi ricordavo ci fosse, ma ogni tanto sfoglio i giornali e oggi leggo nei titoli: “Sanremo pro Unioni Civili – Noemi, Arisa, Ruggeri e Fornaciari mostrano i nastri Arcobaleno” e rifletto… personalmente ho una vaga idea di chi siano i nomi citati (penso siano cantanti), ma credo abbiano un discreto seguito e su un palco come quello di Sanremo si permettono e gli viene permesso di esprimere la loro opinione su un tema etico e civile molto importante. Credo siano personaggi che abbiano carisma e presa sopratutto sui giovani e quindi ciò che dicono o fanno sia, per questo, importante, perchè c’è la possibilità, seria, che siano presi a modello da più di qualcuno. E va bene, hanno espresso la loro idea, non la condivido, non del tutto almeno, ma hanno il diritto di farlo. Ora però qualcuno riesce a spiegarmi perchè quando qualche esponente della Chiesa cattolica fa lo stesso, cioè esprime l’idea della Chiesa su temi etici e civili molto importanti, da parte di chi non è d’accordo si comincia subito a strepitare sulle ingerenze del Vaticano e sul fatto che la Chiesa non dovrebbe parlare e interferire su certe cose?

Non capisco… o forse no, capisco e non mi piace…

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: