Festival Biblico – 2012 – Luoghi di Rivelazione: dove sulla terra si apre il cielo


Intervento di Francesco Rossi De Gasperis[1]

Vicenza – 25 maggio 2012

Francesco Rossi De Gasperis, autore assieme ad Antonella Carfagna[2] del volume Luoghi di Rivelazione, apre la sua presentazione facendo un excursus sui suoi 37 anni a Gerusalemme, sui pellegrinaggi  e sul modo di relazionarsi con la Terra del Santo.

Oltre che rimandare gli ascoltatori al suo libro, padre Francesco menziona il lavoro di altri che hanno sviluppato lo stesso tema:

  • Terra Santa e Libro Santo – di Francesco Rossi De Gasperis e Antonella Carfagna
  • I canti della terra del mio pellegrinaggio – di Antonella Carfagna
  • La Bible sur le Terrain (tradotto recentemente in italiano con il titolo: La Bibbia nella sua Terra) – di padre Jacques Fontaine

Tutti questi scritti non sono altro che un modo di onorare la Divinità camminando sulla terra, ed in particolare camminando in Terra Santa, accompagnati dalla lettura della Bibbia. In un viaggio spirituale lungo le strade della Palestina si vogliono mettere a nudo radici della nostra fede, scoprire e ritrovare, lontani dalla quotidianità del nostro mondo, il contatto con la Parola che meglio risuona là dove fu ascoltata la prima volta.

La Terra e la Bibbia sono un tutt’uno così come l’Antico e il Nuovo Testamento: elementi inscindibili per scoprire e riscoprire la fede in Terra Santa per poi viverla nella terra di tutti i giorni. Per questo il tema che lega tutte le esperienze del pellegrino è contenuto in un versetto del Salmo 119: “Sono canti per me i tuoi precetti, nella terra del mio pellegrinaggio”.

Inquadrato così il rapporto relazionale fra la Bibbia e la Terra, padre Francesco sviluppa il tema dell’Alleanza. Nella storia della salvezza, dopo che la Parola creatrice si è rivelata al Popolo Eletto, possiamo contare le molte volte in cui l’Alleanza è stata rinnovata fino a giungere al messaggio del Nuovo Testamento che fa germogliare lo spirito dell’amore nelle relazioni uomo-Dio e uomo-prossimo.

Rileggendo il Salmo 40 noi tutti possiamo ritrovare i temi del pellegrinaggio che esalta il legame con la Divinità: dall’invocazione a Dio che ha le sue radici nella speranza (“Ho sperato: ho sperato nel Signore ed egli su di me si è chinato, ha dato ascolto al mio grido”.) l’uomo canta un canto nuovo (“Mi ha messo sulla bocca un canto nuovo: lode al nostro Dio”.) e non ha paura di proclamare a voce alta la sua fede in Dio (“Ho annunziato la tua giustizia nella grande assemblea; vedi, non tengo chiuse le labbra, Signore: tu lo sai. Non ho nascosto la tua giustizia in fondo al cuore, la tua fedeltà e la tua salvezza ho proclamato. Non ho nascosto la tua grazia e la tua fedeltà alla grande assemblea”.). Il salmista, ora che ha gustato la bontà del Signore dichiara di accettare senza riserve la Sua legge:

Allora ho detto: «Ecco, io vengo.

Sul rotolo del libro di me è scritto

che io faccia il tuo volere.

Mio Dio, questo io desidero,

la tua legge è nel profondo del mio cuore».

E gli stessi temi si rintracciano nella Lettera agli Ebrei (10,7) dove l’autore che ha fatta sua l’obbedienza alla Legge del Signore, la mette sulle labbra del Cristo.

Con questo vibrante messaggio, padre Francesco riprende il tema del legame Terra-Bibbia-Pellegrinaggio e lo lega all’esperienza di Israele all’indomani della distruzione del Tempio. Proprio qui si rintraccia un tema nuovo: non c’è più il Tempio ma nasce il nuovo tempio che è l’uomo perché Dio più che templi vuole viventi. Ed è in questa luce che va vista la Chiesa dove l’uomo, come dice Isaia, è sempre “servo” (anche nella crudele e cruenta esperienza della Shoah), e in nome della rinnovata Alleanza onora la Divinità con un cuore nuovo. Per questo dobbiamo interpretare la Nuova Alleanza partendo dalla Bibbia e riflettere sui due contraenti: il Signore ed Israele. L’Alleanza è ancora con Israele, con la proiezione universale che ha creato il “popolo di Dio”, e particolarmente in Terra Santa il contraente è l’Israele dell’accoglienza, non della separazione. Ad Israele spetta il merito di aver conservata la storia della Salvezza ma è proprio a Gerusalemme che questa storia deve realizzarsi perché, come dice il Salmo 87, tutti siamo nati a Gerusalemme.

Padre Francesco Rossi De Gasperis conclude la sua presentazione ponendo l’accento sulla speranza che deve essere il legame fra Terra Santa e uomo, fra uomo e uomo in tutti i dialoghi interreligiosi.

 

© Ricerca e redazione a cura di Gennaro Stammati

 

 Personale GS.Libri

Festival Biblico 2012

Rossi De Gasperis

Rev. 06.12

 

 

 


[1] Francesco Rossi De Gasperis, gesuita, dal 1966 al 1995 ha tenuto corsi di teologia biblica, dogmatica e spirituale presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma. Si è occupato di lectio divina e si interessa alle radici ebraiche della fede cristiana e alla teologia cristiana di Israele. Dal 1977 fa parte della comunità del Pontificio Istituto Biblico di Gerusalemme.

[2] Antonella Carfagna ha compiuto gli studi filosofici, teologici e biblici presso la Pontificia Università Gregoriana e il Pontificio Istituto Biblico di Roma, perfezionandosi a Gerusalemme. Insegna Sacra Scrittura in alcuni Istituti di scienze religiose e da anni coadiuva con diversi gruppi e comunità nella lectio divina in Italia e a Gerusalemme, accompagnando pellegrinaggi nella Terra Santa che siano veri e propri esercizi spirituali.

Tag: , , , , , , , ,

2 Risposte to “Festival Biblico – 2012 – Luoghi di Rivelazione: dove sulla terra si apre il cielo”

  1. Ferruccio Bravi Says:

    Grazie dell’articolo e buon lettura: allego due carpette di Vs/ interesse.

    2☻ Silvano Valenti de Wiederschaun “Independencia Itálica”/ Equipo de Estudio “Aurinaucus”– Caracas

    Ferruccio ha 2 file da condividere con te su SkyDrive. Per visualizzarli, fai clic sui link che trovi di seguito.SACRO DEI MEDITERRANEI extr difnd.docM LETTERINE AL BARONE fv.docScarica tuttoDate: Tue, 7 May 2013 10:07:45 +0000
    To: silvalentauser@hotmail.it

  2. francesca Says:

    Ciao! Vorrei solo dire un grazie enorme per le informazioni che avete condiviso in questo blog! Di sicuro continuero’ a seguirvi|

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: