Il Messaggio di Gesù e la Tomba di Gesù


The Message of Jesus and the Jesus Tomb

By LC Duplatt, Publisher of Angels and Ghosts.com

The recent announcement of the Jesus Tomb discovery has awakened some Christians into attacking the spectacular find, without even considering the evidence presented. This is due to Christianity’s teaching that Jesus physical body literally ascended up into the earth’s atmosphere and disappeared. When one considers the magnitude of the possible evidence of his body’s burial in a stone ossuary, to some it immediately implies that Christian teachings are erroneous and that Jesus message is being attacked. Is Jesus message to the world of love, hope and peace being degraded through a potential find of his remains, or is it actually being strengthened through archaeological evidence that supports that Jesus did in fact exist? To me, the greatest implication of the Jesus Tomb documentary is that archaeology has most likely proven Jesus walked the earth some 2000 years ago.

What is interesting to note is how the message of Christianity evolved over two millennia. Even more interesting is when one considers how Jesus true message seems to have been changed over time by certain religious and political leaders attempting to create a state religion from his teachings. To look at all this, we must first look at Jesus ministry as told in the four gospels and identify what and to whom he spoke.

We are told that Jesus walked through villages and countryside with people flocking to hear him speak. His words were delivered with power and amazed the common people, as he spent time with them and demonstrated compassion who were spiritually broken by religious leaders. Jesus did not attack these common people, otherwise they would most likely have never followed him. He did, however, speak against religious leaders of his day who were burdening these same people. Jesus taught in parables, so that religious leaders who could only interpret, teach and lead others through literal laws found in others writings, would not grasp the true, hidden, spiritual message within his stories.

Thus, we are told in Matthew 13:13 that Jesus stated, “This is why I speak to them in parables, because seeing they do not see, and hearing they do not hear, nor do they understand.” Jesus message of truth was a spiritual message that needs to be heard within one’s very being. He taught (in Luke 17, for example) that the kingdom of God is within each of us and that it neither would be found outside of one’s self, nor could it be seen with the physical eyes. God would and could speak within the heart of each individual. Who needs a religion to interpret what God is saying to you, if God will speak to you directly? This very concept was an attack against religion that relies on outward buildings, programs, laws and purveyors of doctrines to control people, typically through fear. A message against dogma such as this is what eventually led Jesus to his death by crucifixion.

After Jesus death, we are told in accounts that many people saw him. But this begs the question, what did they see? There are numerous descriptions in the gospels of different people not recognizing Jesus physical appearance. This means his body looked different. If his physical body was the same as before, we could be quite certain that his followers who had spent more than three years with him would have recognized him easily. Something was very different about his appearance, as we are told he walked through walls and appeared and disappeared in the midst of his disciples.

This evidence, found in the Bible’s New Testament, readily supports the idea that Jesus did not appear to followers in his old physical body after his death and resurrection. His was a body that we are simply not familiar with, and what we may assume was a newer, better, spiritual representation. Jesus simply demonstrated that death of his physical body could not destroy who he was or his message. His old body was of no importance, as it was cast aside for something better.

History shows that followers remained vigil in following Jesus teachings. They met in small groups, while men and women visited them trying to establish some core beliefs and teachings based upon the words of Jesus. Still, many varying beliefs existed and evolved over a few hundred years until theRoman Emperor Constantine (in 325 AD) formed the first Nicene Council in a successful attempt to organize a state religion. A government-led group of men decided over subsequent years what canons (laws) would be taught, what texts would be destroyed (such as the gnostic gospels), while buildings were erected and offerings collected. All of this was established in order to organize the people under one a single, state-based religion. Thus, organized Christianity was born and today the many denominations and doctrines around the world can trace their roots back to this first Nicene Council.

Over time, the true, spiritual message that Jesus taught appears to have been forgotten. It is interesting to think that even Jesus tomb had also been lost until recently. Most likely, Jesus story from a couple thousand years ago had been re-written by the very thing he attacked: religion. Now, experts such as Simcha Jacobovici, James Cameron, Dr. James Tabor and others just might be revealing the greatest truth that has been buried by more than just dirt and rocks.

Il messaggio di Gesù e la tomba di Gesù 

di LC Duplatt, editore del sito Angels and Ghost.com (Angeli e Fantasmi)

Il recente annuncio della scoperta della Tomba di Gesù ha risvegliato alcuni Cristiani nell’attaccare lo spettacolare ritrovamento, senza nemmeno considerare le prove presentate. Questo a causa dell’insegnamento della Cristianitá che il corpo fisico di Gesù é letteralmente asceso nell’atmosfera terrestre ed é scomparso. Quando uno considera la grandezza della possibilità della prova del suo corpo sepolto in un ossario di pietra, per qualcuno, immediatamente, implica che gli insegnamenti Cristiani sono erronei e che il messaggio di Gesù é sotto attacco. É il messaggio di Gesù al mondo di amore, speranza e pace degradato a causa del potenziale ritrovamento dei suoi resti o é forse rinforzato dalle prove archeologiche che Gesù é di fatto realmente esistito? Per me, la piú grande implicazione del documentario sulla Tomba di Gesù é che l’archeologia ha provato che Gesù ha camminato sulla terra circa 2000 anni fa.

Cos’é interessante notare é come il messaggio della Cristianitá si é evoluto in 2000 anni. Ancora piú interessante é quando uno consideri come il vero messaggio di Gesú sembri essere stato cambiato nel tempo da alcuni leader politici e religiosi che hanno tentato di creare una religione di stato dai suoi insegnamenti. Per guardare a tutto questo dobbiamo prima guardare al ministero di Gesù come é presentato nei quattro Vangeli e identificare cosa e a chi lui parli.

Ci é stato detto che é Gesù ha camminato per villaggi e paesi con persone che lo seguivano per ascoltarlo. Le sue parole erano dette con autoritá e stupivano la gente comune, perché trascorreva del tempo con loro e dimostrava compassione a coloro che erano spiritualmente allontanati dai leader religiosi. Gesù non attaccava questa gente comune, altrimenti non lo avrebbero mai seguito. Egli, comunque, parlava contro i leader religiosi dei suoi giorni che opprimevano quelle stesse persone. Gesù insegnava in parabole, cosí che i leader religiosi che potevano solo interpretare, insegnare e condurre gli altri attraverso la lettera della legge trova negli scritti altrui, non avrebbero colto il vero, nascosto, messaggio spirituale nelle sue storie.

Così, ci é stato detto in Matteo 13, 13 che Gesù ha dichiarato:”Questo é perché parlo loro in parabole, perché vedendo non vedano e ascoltando non odano, né capiscano.” Il messaggio di verità di Gesù é un messaggio spirituale che deve essere ascoltato all’interno del proprio essere. Egli ha insegnato (in Luca 17 per esempio) che il Regno di Dio é in ciascuno di noi è che non sará  mai trovato fuori di noi stessi, né puó essere visto con gli occhi fisici. Dio potrebbe e vorrebbe parlare al cuore di ciascun individuo. A che serve una religione per interpretare cosa Dio ti sta dicendo, se Dio parla a te direttamente? Questo intero concetto fu un attacco alla religione che si basa su costruzioni esterne, programmi, leggi e fornitori di dottrine per controllare le persone, tipicamente con la paura. Un messaggio contro il dogma tale da portarlo, probabilmente, alla sua morte per crocifissione.

Dopo la morte di Gesù, ci é detto negli scritti che molte persone lo videro. Ma questo ci porta alla domanda, cosa videro? Ci sono numerose descrizioni nei Vangeli di persone differenti che non riconoscono l’apparenza fisica di Gesú. Questo significa che il suo corpo sembrava differente. Se il suo corpo fisico ero lo stesso di prima, noi possiamo essere abbastanza certi che i suoi seguaci, che avevano trascorso piú di tre anni con lui lo avrebbero riconosciuto facilmente. Qualcosa da molto diverso riguardo la sua apparenza, come ci é stato detto camminava attraverso i muri e appariva e scompariva in mezzo ai suoi discepoli.

Questa prova, trovata nel Nuovo Testamento della Bibbia, supporta prontamente l’idea che Gesú non apparve ai suoi seguaci nel suo vecchio corpo fisico dopo la sua morte e resurrezione. Il suo era un corpo col quale non eravamo familiari e che possiamo credere fosse uno nuovo, migliore, una rappresentazione spirituale. Gesù ha semplicemente dimostrato che la morte del suo corpo fisico non ha potuto distruggere che egli era o il suo messaggio. Il suo vecchio corpo non era importante, poiché é stato messo da parte per qualcosa di meglio.

La storia ci mostra che i seguaci  rimasero vigili nel seguire gli insegnamenti di Gesú. Si incontravano in piccoli gruppi, mentre uomini e donne li visitavano tentando di stabilire alcune credenze e insegnamenti fondamentali basati sulle parole di Gesù. Inoltre, molte varie credenze esistevano e si evolsero per alcune centinaia di anni fino a quando l’imperatore romano Costantino (325 d. C.) indisse il primo concilio di Nicea nel tentativo riuscito di organizzare una religione di stato. Un gruppo di uomini guidati dal governo decise negli anni seguenti che canone (leggi) dovevano essere insegnati, che testi dovevano essere distrutti (ad esempio i Vangeli gnostici), mentre edifici erano eretti e offerte raccolte. Tutto questo fu deciso per organizzare le persone sotto un’unica religione di stato. Cosí la Cristianitá organizzata nacque e oggi molte delle denominazioni e delle dottrine in tutto il mondo possono far risalire le loro origini al Primo Concilio di Nicea.

Col tempo, il vero, messaggio spirituale che Gesù aveva insegnato sembra essere scomparso. È interessante pensare che anche la tomba di Gesù é andata persa fino ad oggi. Sopratutto la vera storia di Gesù é stata riscritta da duemila anni a questa parte dalla stessa istituzione che lui ha attaccato: la religione. Ora esperti quali Simcha Jacobovici, James Cameron, Dr. James Tabor e altri potrebbero star rivelando la piú grande veritá che é stata sepolta da molto piú che solo sporco e detriti.

 

Credo sia importante andare a visitare il sito sugli Angeli e i Fantasmi di cui Duplatt é editore almeno per sapere chi é che scrive queste cose. Ma veniamo al contenuto di quanto da lui affermato qui sopra. Se notate, il primo paragrafo non fa altro che ridurre Cristo a un messaggio di amore, pace e speranza, cose vere e belle, ma parziali che automaticamente pongono Gesù sullo stesso piano di altri personaggi storici. É una visione di Gesù che potremmo chiamare riduzione di Gesù, perché a un Gesù così chi é che non crede? Invece si eliminano tutte quelle parti su Gesù che creano problemi. Infine si chiude, il paragrafo, con un’affermazione che sembra condivisibile, ma che inrealtá sottintende che, ad oggi, la prova storica dell’esistenza di Cristo non l’abbiamo, ma non é cosí.

Subito dopo si fanno delle affermazioni che dovrebbero far storcere il naso a molti. Si dice che il messaggio della Cristianitá si è evoluto in 2000 anni, ma non é vero. La Chiesa Cattolica ha mantenuto intatto questo messaggio portando lo sempre uguale attraverso 2000 anni e oltre, quello che é cambiato sono stati i modi di proporrò che hanno cercato di adattarsi ai tempi, senza riuscirci sempre. Inoltre si dice che questo messaggio é stato modificato per l’interesse di pochi, ma anche questo non é vero ed è verificabile. Abbiamo migliaia e migliaia di codici del Nuovo Testamento, codici antichi, e quindi qualunque alterazione sarebbe facilmente verificabile e quello che si può verificare invece é che non c’é stata alcuna alterazione. Il Vangelo che la Chiesa custodisce e che tra l’altro é quello che lei ha definito come canone é sempre lo stesso da 2000 anni. E tutti fanno riferimento a questo Vangelo per conoscere Gesù.

Gesù non attaccava i leader religiosi dell’epoca, ma il loro atteggiamento. La religione ebraica non é mai stata attaccata da Gesù, tanto é vero che in Matteo al capitolo 5 dice chiaramente che non é venuto ad abolire la Legge, che nulla, neanche uno iota (la più piccola delle lettere) passerá e invita a seguire la Legge con piú giustizia degli scribi e dei farisei, cioé ad essere ancora più ortodossi di loro. E tra i suoi seguaci c’erano anche membri del Sinedrio. Quindi Gesù non attaccava nessuno, tantomeno le autoritá religiose, ma attaccava certi modi di comportarsi in cui, magari, le autoritá religiose rischiavano di cadere piú spesso degli altri. 

Se é vero che Dio parla a ognuno di noi personalmente é anche vero che ognuno di noi é inserito in una comunitá. È questo si puó verificare in tutta la Bibbia, compreso il nuovo testamento. Gesù parla ai dodici singolarmente e in gruppo ecco perché l’aspetto comunitario é fondamentale e Gesù non ha mai parlato di abrogare la religione, ma di un rapporto e di una visione diversa di Dio, ma all’interno della tradizione che giá c’era.

É vero, si dice che molti lo videro resuscitato, ma non si dice che non lo riconobbero, ma che ci misero un po’ questo tranne per i discepoli che lo riconobbero subito, Tommaso addirittura verifica che il corpo di Gesù sia proprio quello è non un altro. La Maddalena invece lo scambia per il giardiniere, perché? Non abbiamo una risposta certa, ma puó essere che il dolore e la realtá non le permettessero di riconoscerò immediatamente, peró non passa molto che lo riconosca. Anche i discepoli di Emmaus non lo riconoscono subito, eppure lo avevano visto altre volte di sicuro, ma che in che condizioni lo avevano visto? Da lontano, all’interno di una folla e non si aspettavano di rivederlo, é chiaro da come parlano. Quindi nessuno parla di un corpo diverso, perché allora poteva essere benissimo un’altra persona che si spacciava per lui, ma si parla proprio di Gesú risorto col suo corpo, col corpo col quale é morto, tanto é vero che Tommaso tocca le prove della crocifissione.

Quello che invece ci dice Gesù, col suo messaggio, ma sopratutto con la sua morte e resurrezione, ci ha proprio detto che il nostro corpo é importante, qualunque esso sia, é pieno di dignitá ed é lo strumento col quale possiamo amare.

Naturalmente l’argomento del concilio di Nicea é molto piú complesso da come é presentato qui. Il concilio di Nicea fu convocato per fare chiarezza sulle teorie di Ario che proclamavano Gesù essere il piú grande dei creati, scelto da Dio e da Lui elevato quasi a divinitá, ma non Dio stesso. Tanto é vero che la risposta del concilio fu il Credo che i cattolici dicono ancora oggi e in particolare “Dio da Dio, Dio vero da Dio vero, generato non creato”. Ma questo lo decise Costantino o pochi uomini di potere? Secondo voi a Costantino non avrebbe fatto piú comodo la tesi di Ario? Perché se Gesù era una creatura scelta da Dio nulla vietava che Dio ne avesse scelte altre successivamente e quale scelta migliore dell’imperatore? La scelta che il concilio fece, invece, a Costantino non conveniva per nulla. La scelta dei testi sacri canonici fu fatta basandosi su dei criteri semplicissimi e se cercate sul mio blog li trovate anche analizzati a fondo, ma in sostanza si scelsero le opere piú lette nelle comunitá cristiane e la cui tradizione ne attestava l’origine e l’antichitá.

Come possiamo affermare che il vero messaggio di Gesú col tempo era scomparso? E che la storia di Gesú é stata riscritta dalla Chiesa? Se é un’opinione, va bene, ognuno ha le sue, ma se si pretende di farla passare come un dato di fatto bisognerebbe provarlo. Quello che sicuramente é provato é il valore storico dei Vangeli (tanto che lo stesso autore dell’articolo e gli stessi autori di questo filmato/sito/libro sulle tombe di Talpiot li citano in continuazione) che la Chiesa ha custodito e tramandato con cura per quasi 2000 anni e tutto questo puó essere provato, il resto no.

Tag: , , , , , , , ,

2 Risposte to “Il Messaggio di Gesù e la Tomba di Gesù”

  1. franco Says:

    ma per colui che scrive queste affermazioni ciò che dice Paolo non vale proprio nulla? Gli scritti di Paolo, secondo l’autorevole studio di “nostri” biblisti, parrebbero forse anche anteriori il Vangelo di Marco, ritenuto il primo ad essere scritto, e Paolo con forza afferma: “Se Cristo non è risorto, vana è la nostra fede! Ma Cristo è risorto e noi ne siamo testimoni! Bene Davide quello che scrivi: San Tommaso toccò le ferite aperte del Risorto, non era certo un fantasma o, peggio, un’idea degli apostoli. Da notare inoltre quel particolare di gesù che invita a colazione lungo la riva del mare i discepoli, mangiando con loro.
    Certo, fa molto comodo un Cristo così come ce lo vuole far passare questo autore!

  2. Ferruccio Bravi Says:

    Scandali, deviazioni, complicit con i senza Dio, e altro ancora hanno allontanato i cristiani dalla Chiesa. L’ateismo dilagato al punto che l’uomo del Terzo Millennio non crede pi in Cristo non solo se si prova l’autenticit – assai discutibile – della Tomba, ma neanche se lo vede in carne ed ossa compiere i miracoli narrati nel Vangelo.Siamo ridotti al punto che se non vogliamo sentirci soli e reietti il vero Dio dobbiamo andare a cercarcelo da noi. Quanto a me l’ho trovato nella Natura senza ghirigori teologici, senza intermediari, senza dubitare dei miracoli che la Natura compie. Solo nella Natura si recupera, oggi, la pace turbata dal contatto con la societ.”Deus inest” diceva il romano nel sublime silenzio della selva. Credeva in Saturno, il Sator, il Seminatore, il Creatore che l’istinto umano personifica e poi emargina per seguire il piffero de “gli dei falsi e bugiardi”. Il che ben riflesso nel mito stesso di Saturno cacciato dall’olimpico dove convivono sublimati i Vizi Capitali. In quel montecitorio di padreterni eterei si compivano pi scelleratezze , vendette e corna che nel Vecchio Testamento (ve lo raccomando). Rousseau che le sbaglia tutte una cosa giusta l’ha detta affermando che “se esistesse un popolo di dei si governerebbe democraticamente”. Oh, Nostra Signora Democrazia! Una magna mater prostituta, respinta dalla Chiesa tradizionale, ma infine accettata per opportunismo affaristico dalla Chiesa modernista che blandisce il “cedente” sussurrandogli all’orecchio tutto ci che gradito all’anima corrotta e tace quanto pu non essere gradito. Dell’Inferno non si parla pi, eppure ci viviamo dentro in questo mondo che negazione di Dio. L’Inferno esiste, sissignori, ma non pi eterno: ci stiamo da vivi e ne usciamo da morti.A mettere una una pezza su tutto c’ l’industria della Carit. : carit l’essere sobri per non togliere il necessario agli altri e consolare gli afflitti che non vivono di solo pane. Il che nello spirito dei Vangeli, veri o artefatti che siano.la perversit del a discutibile , se non inlmalafede, non crede pi in Cristo

    Date: Tue, 19 Mar 2013 07:41:57 +0000 To: silvalentauser@hotmail.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: