La Maddalena era una prostituta?


 

245_003516012_Mary-MagdalenLa prima volta che incontriamo Maria Maddalena nei Vangeli è nel capitolo 8 di Luca nei primissimi versetti: “1 In seguito egli se ne andava per le città e i villaggi, predicando e annunziando la buona novella del regno di Dio. 2 C’erano con lui i Dodici e alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità: Maria di Màgdala, dalla quale erano usciti sette demòni, 3 Giovanna, moglie di Cusa, amministratore di Erode, Susanna e molte altre, che li assistevano con i loro beni.”. Maddalena in realtà non era un nome proprio, ma dal momento che Maria era un nome estremamente comune all’epoca, per distinguere le varie persone era sempre necessario aggiungere al nome un altro identificativo che identificava la persona o come figlia di, o sorella di, oppure come in questa caso, proveniente da Magdala un piccolo paese situato sul lago di Galilea, 5 Km a nord di Tiberiade. Poi la ritroviamo nel Vangelo di Marco al capitolo 15: “39 Allora il centurione che gli stava di fronte, vistolo spirare in quel modo, disse: «Veramente quest’uomo era Figlio di Dio!».
40 C’erano anche alcune donne, che stavano ad osservare da lontano, tra le quali Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo il minore e di Ioses, e Salome, 41 che lo seguivano e servivano quando era ancora in Galilea, e molte altre che erano salite con lui a Gerusalemme.
42 Sopraggiunta ormai la sera, poiché era la Parascève, cioè la vigilia del sabato, 43 Giuseppe d’Arimatèa, membro autorevole del sinedrio, che aspettava anche lui il regno di Dio, andò coraggiosamente da Pilato per chiedere il corpo di Gesù. 44 Pilato si meravigliò che fosse già morto e, chiamato il centurione, lo interrogò se fosse morto da tempo. 45 Informato dal centurione, concesse la salma a Giuseppe. 46 Egli allora, comprato un lenzuolo, lo calò giù dalla croce e, avvoltolo nel lenzuolo, lo depose in un sepolcro scavato nella roccia. Poi fece rotolare un masso contro l’entrata del sepolcro. 47 Intanto Maria di Màgdala e Maria madre di Ioses stavano ad osservare dove veniva deposto.
”. Qui notiamo che è menzionato per prima tra le donne che osservano la fine di Gesù e non lo lascia fino a che non è completamente sepolto. Marco ci ripresenta la figura di Maria Maddalena al capitolo 16: “1 Passato il sabato, Maria di Màgdala, Maria di Giacomo e Salome comprarono oli aromatici per andare a imbalsamare Gesù. 2 Di buon mattino, il primo giorno dopo il sabato, vennero al sepolcro al levar del sole. 3 Esse dicevano tra loro: «Chi ci rotolerà via il masso dall’ingresso del sepolcro?». 4 Ma, guardando, videro che il masso era già stato rotolato via, benché fosse molto grande. 5 Entrando nel sepolcro, videro un giovane, seduto sulla destra, vestito d’una veste bianca, ed ebbero paura. 6 Ma egli disse loro: «Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano deposto. 7 Ora andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro che egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto». 8 Ed esse, uscite, fuggirono via dal sepolcro perché erano piene di timore e di spavento. E non dissero niente a nessuno, perché avevano paura.
9 Risuscitato al mattino nel primo giorno dopo il sabato, apparve prima a Maria di Màgdala, dalla quale aveva cacciato sette demòni10 Questa andò ad annunziarlo ai suoi seguaci che erano in lutto e in pianto. 11 Ma essi, udito che era vivo ed era stato visto da lei, non vollero credere.”
e infine in Matteo 28: “1 Passato il sabato, all’alba del primo giorno della settimana, Maria di Màgdala e l’altra Maria andarono a visitare il sepolcro. 2 Ed ecco che vi fu un gran terremoto: un angelo del Signore, sceso dal cielo, si accostò, rotolò la pietra e si pose a sedere su di essa. 3 Il suo aspetto era come la folgore e il suo vestito bianco come la neve. 4 Per lo spavento che ebbero di lui le guardie tremarono tramortite. 5 Ma l’angelo disse alle donne: «Non abbiate paura, voi! So che cercate Gesù il crocifisso. 6 Non è qui. È risorto, come aveva detto; venite a vedere il luogo dove era deposto. 7 Presto, andate a dire ai suoi discepoli: È risuscitato dai morti, e ora vi precede in Galilea; là lo vedrete. Ecco, io ve l’ho detto». 8 Abbandonato in fretta il sepolcro, con timore e gioia grande, le donne corsero a dare l’annunzio ai suoi discepoli.
9 Ed ecco Gesù venne loro incontro dicendo: «Salute a voi». Ed esse, avvicinatesi, gli presero i piedi e lo adorarono. 10 Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunziare ai miei fratelli che vadano in Galilea e là mi vedranno»
.”.

Notiamo subito due cose che Maria Maddalena è sempre menzionata in una posizione di onore e di riguardo e che mai si dice che fosse una prostituta o una meretrice, eppure tutti noi, comunemente tendiamo a pensarla come ex-prostituta, perché?

Perché quando Luca menziona per la prima volta la Maddalena ha appena finito di raccontare l’episodio in cui una donna, il cui nome non ci viene mai detto, prostituta bagna con le sue lacrime e asciuga con i suoi capelli i piedi di Gesù, chiedendo e ottenendo il perdono per i suoi molti peccati. Inoltre gli evangelisti, lo abbiamo visto, dicono che da Maria Maddalena furono scacciati sette demoni (e sette ha il valore simbolico della pienezza) questo portò a identificare Maria Maddalena con la prostituta anonima citata poco prima da Luca. Inoltre poiché Marco racconta un episodio simile a quello di Luca, che però avvenne nella casa degli amici di Gesù a Betania e riguardava il capo di Gesù e non i piedi le tre figure di donna finirono con l’essere ulteriormente confuse. Questo avvenne molto presto nella storia della chiesa nonostante molti Padri della Chiesa (Sant’Agostino, Sant’Ambrogio, Sant’Efrem) si opposero a questa interpretazione e cercarono di fare chiarezza. Invece Papa Gregorio Magno in una celebre omelia pronunciata a San Clemente, a Roma, il 14 settembre del 591 disse: “Quella donna che san Luca chiama la peccatrice, da San Giovanni è chiamata Maria. Io credo che sia quella Maria dalla quale, secondo quanto ci racconta san Marco, furono cacciati sette demoni. E che cosa significano questi sette demoni se non la totalità dei vizi?”. Così la figura di Maria Maddalena fu per sempre identificata con quella della prostituta, ma non è così. Oggi gli esegeti rifiutano questa identificazione e ritengono che la menzione dei “sette demoni” non indichi per forza una vita da peccatrice bensì una grande malattia da cui Maria Maddalena fu guarita. Infatti nei Vangeli la possessione da parte dei demoni, nei Vangeli, non indica mai un peccatore, ma sempre un malato, inoltre Luca quando ne parla la prima volta dice del gruppo di cui fa parte la Maddalena: “alcune donne che erano state guarite da spiriti cattivi e da infermità”.

Ogni tanto qualcuno prova a dimostrare che Gesù e Maria Maddalena fossero sposati, al di là che non c’è alcuna prova di una cosa del genere, bisogna ricordare che all’epoca di Gesù (ma anche oggi), per un rabbì, un maestro, non essere sposato era un’anomalia, la normalità era sposarsi. Quindi se Gesù fosse stato sposato i Vangeli non avrebbero avuto nessun problema a dircelo perché era molto più imbarazzante dire che non lo era.

Una curiosità che riguarda Maria Maddalena è che, secondo la Leggenda, un giorno, dopo la resurrezione di Cristo, si trovo a partecipare a un banchetto dove c’era anche l’imperatore Tiberio. Quando incontro l’imperatore gli parlo della risurrezione di Cristo e in quel momento aveva un uovo in mano. Tiberio rispose che la resurrezione di Cristo era tanto probabile quanto che l’uovo che Maria Maddalena aveva in mano in quel momento diventasse rosso all’improvviso. L’uovo divenne rosso proprio in quel momento e Maddalena annunciò il Vangelo a tutta la casa imperiale. Per questo motivo in Oriente è ricordata anche come colei che ha “inventato” l’uovo di Pasqua e alle volte è rappresentata con un uovo rosso in mano invece del vasetto di unguento.

 

Tag: , , , , , , , , , ,

4 Risposte to “La Maddalena era una prostituta?”

  1. Giangius Says:

    Di questi accostamenti c’è da citare anche l’episodio, discusso se originale o meno, dell’adultera.

    • Davide Galati Says:

      Hai ragione mi è sfuggito, ma anche in quel caso nulla ci permette di legarlo a Maria Maddalena, lo ha fatto invece la tradizione per i motivi che ho indicato. Ciao

  2. Enrico Says:

    Ciao Davide, credo non ci siano neppure elementi che ci mettano nella posizione di poter dire che non fosse un’adultera; al tempo una donna, non sposata da quanto sappiamo, doveva pure provvedere alla propria sussistenza. Nulla toglie chiaramente alla bellezza di questa figura.

    • Davide Galati Says:

      Ciao Enrico, in questo tipo di ricerche certezze assolute non ne abbiamo, però diciamo che l’esegesi propende proprio per tutti i particolari che ho citato a ritenerla una donna facoltosa che per molto tempo era stata colpita da qualche grave malattia. Naturalmente anche questa non è una certezza, ma forse gli ultimi scavi di Magdala, che sono recentissimi e credo continuino ancora oggi, possono aiutarci a gettare ulteriore luce. Poi, in realtà è come dici tu, tutto questo nulla toglie o aggiunge alla bellezza della figura della Maddalena.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: