9.2 Il mondo greco e le prime comunità cristiane


Fin qui abbiamo riassunto la situazione del giudaismo all’epoca di Cristo, ma, prima di proseguire, per comprendere il cristianesimo è necessario ricollegarsi alla religione greca e vedere come anch’essa, sin dal VI secolo a. C. avesse subito diversi cambiamenti, soprattutto grazie al pensiero filosofico. Senofane aveva criticato il politeismo e l’antropomorfismo, Eraclito i miti e alcuni riti. Socrate, Platone ed Aristotele avevano presentato una divinità razionalizzata del tutto diversa da quella tradizionale. Con l’ellenismo[1] l’individualismo divenne un fenomeno diffuso, potremmo dire di massa. Lo stoicismo sosteneva la necessità di vivere in armonia con la natura, perché vi è sostanziale corrispondenza tra lo spirito umano e il logos cosmico. Di fronte al male l’uomo deve mantenere una serena indifferenza, ma allo stesso tempo maturavano delle posizioni di netta contrapposizione tra il bene e il male, posizioni e concetti di chiara derivazione mazdea. Non si trattava più di speculazioni filosofiche, ma di un vero e proprio senso dualistico dell’esistenza. Sarà il pensiero greco a rendere accessibili alle religioni monoteistiche quelle categorie di pensiero che poi diventeranno gli strumenti della teologia, ma esse saranno riempite di contenuti che non sono per nulla greci.

La prima comunità cristiana vive in Palestina e prosegue, sotto molti aspetti, la tradizione giudaica, seppur in contrasto con i farisei e con i sadducei. Per molti versi assomiglia agli esseni: messa in comune dei beni, celebrazione comunitaria dei pasti, attesa messianica. Inoltre sin dall’inizio, al suo interno ci sono dei membri definiti “ellenisti”: i sette diaconi che per primi affiancarono i dodici apostoli. Già dalla prima metà del primo secolo il cristianesimo supera i confini della Palestina e si diffonde in diversi centri ellenistici. Questo è importante perché comporta un adattamento del nuovo messaggio al diverso stile di vita e di pensiero. E sin da subito si nota un certo conflitto tra chi preferirebbe mantenere ancorato il cristianesimo alle tradizioni giudaiche e chi, invece, ritiene sia necessario un distacco più sostanziale. Alla fine prevarranno i secondi, guidati da Paolo. In ogni caso questo tipo di dispute sono solo la testimonianza del grande fermento in cui vivevano le prime comunità cristiane. Lo stesso Gesù era visto in maniera molto diversa, chi era più legato al mondo giudaico lo vedeva semplicemente come un maestro, un rabbi.

Per altri invece, o anche per gli stessi alle volte, Gesù aveva un legame sovraumano con Dio. Durante il battesimo di Giovanni, Dio lo aveva dichiarato suo figlio, proprio come aveva dichiarato suo figlio il re d’Israele in uno dei Salmi più antichi. Gesù è allora il figlio di Dio, ma non in senso proprio, quanto un suo aspetto reso autonomo, una sua emanazione, il suo logos. Anche la passione e la morte di Gesù venivano intese con sfumature molto diverse tra di loro. Potevano essere solo la rievocazione del servo sofferente di Dio o trattarsi di un sacrificio espiatorio per i peccati di Israele, oppure per i peccati di tutta l’umanità. Infine per una mentalità ellenistica, la morte di Cristo si ricollegava alle morti di altre divinità celebrate nei culti misterici.


[1] Per ellenismo intendiamo quell’epoca che inizia con l’unificazione del vicino Oriente antico e secondo il modello greco, da parte di Alessandro Magno e dei suoi successori. Questo provoca la perdita dell’indipendenza delle città stato e l’internazionalismo della vita politico-culturale.

 

Tag: , , , , , , , , , , , , , ,

Una Risposta to “9.2 Il mondo greco e le prime comunità cristiane”

  1. gemini Says:

    Interessante.
    Mi piace credere che Dio sia intravisto proprio da tutti (come hai scritto proprio tu in quest’articolo): il dio “razionale” aristotelico, il “dio” dei sacerdoti, il “dio” delle masse.
    La trasversalità della sua presenza si rivela nella sua sostanza proprio universale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: