Cristianesimo – La religione: cenni generali


9.1 Cristianesimo ed ebraismo

Il cristianesimo si riallaccia alla religione ebraica di cui mantiene i libri sacri. Nella Bibbia cristiana è infatti compresa la Bibbiaebraica o Antico Testamento ebraico. Inoltre l’intero corpus di tradizioni, di miti e leggende è non solo accettato, ma anche fatto proprio dal cristianesimo che lo ritiene storia sacra.[1] I Protestanti adottano solo i libri della Bibbia degli ebrei e li dividono in trentanove libri rispetto ai ventiquattro degli ebrei, ma questo per un semplice meccanismo di divisione che è diverso. I Cattolici e gli Ortodossi invece a questi testi aggiungono sette libri desunti dalla traduzione greca dei Settanta. Tutti i cristiani, oltre all’Antico Testamento, accettano il Nuovo Testamento, che si compone di ventisette scritti suddivisi in tre gruppi differenti: i Vangeli e gli Atti degli Apostoli, le lettere apostoliche e infine l’Apocalisse di Giovanni.[2]

Nel periodo in cui nacque Gesù in Palestina nel giudaismo erano presenti diverse correnti e sette che rendevano la situazione dell’ebraismo dell’epoca, complessa. C’erano i sadducei, estremamente conservatori, che si limitavano all’osservanza della legge tradizionale, la Torah, l’unica scrittura riconosciuta come canonica. Essi non ritenevano necessario opporsi a tutto quello che non riguardava direttamente la sfera della “legge”. Di tutt’altro avviso i farisei, che invece erano contrari al formalismo sadduceo e ritenevano fosse necessario adattare l’intera esistenza alla condotta indicata dalla Torah. Questo li portava a opporsi agli usi stranieri e a evidenziare ancora di più tutti quegli aspetti che distinguevano i giudei dalle altre popolazioni, paradossalmente però, risultavano più aperti dei sadducei verso nuove forme religiose, così insegnavano la risurrezione dei corpi e tra di loro aveva un fervente seguito la letteratura di tipo apocalittico. C’erano poi gli esseni,  portatori di una rigida intransigenza verso tutto ciò che era di origine pagana. Aspiravano a una santità completa della vita e quindi si isolavano non solo dalla religione pubblica e dal tempio, ma anche dalla vita pubblica. Diedero vita a una sorta di monachesimo ante litteram. Avevano un rito battesimale che serviva per introdurre i nuovi venuti nella comunità, vivevano in comunanza dei beni e facevano una scelta di povertà volontaria. Quasi opposti a loro erano gli zeloti che usavano mezzi violenti per lottare contro l’occupazione romana e sognavano una teocrazia integrale.

E’ evidente come quell’unità originaria del popolo ebraico si fosse scissa, nelle correnti principali che abbiamo riportato, ma anche in molte altre minori. Inoltre la diaspora ebraica che vedrà il suo culmine con la distruzione del tempio nel 70 d. C. era in realtà già iniziata da tempo. Colonie ebraiche si trovavano da tempo a Elefantina, nell’Alto Egitto e successivamente se ne ritrovano un po’ in tutti i grandi centri ellenistici. Uno dei punti cardini dell’ebraismo era l’attesa dell’unto del Signore, del Messia, il christos, detto in termine greco. Doveva essere colui che avrebbe ristabilito il regno di Davide. Col passare del tempo però questa attesa era venuta scemando e il concetto messianico si era fuso con quello apocalittico. Perciò si iniziò ad aspettare l’avvento di un Messia che avrebbe posto fine a questo mondo e avrebbe instaurato il regno di Dio. A Qumran, nel 1947, furono scoperti dei manoscritti che sono una raccolta di inni e di racconti della guerra tra i figli della luce e quelli delle tenebre. Appartenevano probabilmente alla setta essena, caratterizzata da un forte dualismo, che attendeva un “Maestro di giustizia”, fondatore della comunità, perseguitato, che aveva sofferto ed era morto, ma che sarebbe tornato alla fine dei tempi.


[1] BRELICH A., Introduzione alla storia delle religioni, …,  pp. 322-347.

[2] AA. VV. s. v. Cristianesimo in Enciclopedia delle religioni, Garzanti, Milano 1997.

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: