8.8 Il santo malamati


Un tipo di santo tipico dell’islam è il malamati. Malamati indica una corrente della mistica islamica completamente diversa dal sufismo. Per essa il rimprovero e il biasimo degli uomini sono da ricercare perché il mistico deve far vedere ciò che ha di riprovevole, divenendo quasi giullare di Dio.[1] Esteriormente sembrano uomini lontani dal cielo, ma internamente essi sono sempre con Dio. In questo senso ricordano il Profeta che, pur essendosi avvicinato a Dio non portò su di sé, come al contrario fece Mosè, i segni di quell’incontro. Ecco la distinzione più netta coi sufi[2] che si trovano invece in uno stato più simile a quello di Mosè.[3] Per capirne meglio la mentalità riassumiamo un episodio che riguarda Bayazid Bastami, uno dei più robusti, radicali e paradossali dei santi malamati. Un uomo importante seguiva le sue lezioni, ma non riusciva a trovare la sapienza che cercava, allora lo disse direttamente al maestro. Bayazid gli rispose che non l’avrebbe mai trovata perché era velato dal proprio Io. L’uomo lo pregò di rivelargli qual’era la medicina per guarire, ma il Santo gli disse che era inutile perché non l’avrebbe mai accettata. Alla fine gli disse che doveva rasarsi, cingersi i fianchi con uno straccio e appendersi al collo una bisaccia piena di noci. Poi sarebbe dovuto andare al bazar, radunare tutti i ragazzi che poteva e dir loro che avrebbe dato una noce a chi gli avesse dato una sberla. L’uomo naturalmente rifiutò e Bayazid gli disse che si stimava troppo importante per fare ciò che gli era stato detto e così si era posto accanto a Dio, questo era il suo problema. L’uomo non conobbe mai la vera Sapienza.[4]


[1] Antica tendenza del sufismo, detta appunto malamatiya (=del “rimprovero”) per la caratterizzazione del comportamento del mistico.

[2] Il termine sufi deriva dall’islamico suf: lana. Ed era il soprannome che diedero loro i conterranei perché essi indossavano degli abiti di lana. Al riguardo si veda GUILLAME A., Islam … pp. 143-144.

[3] BAUSANI A., Il “pazzo sacro” nell’Islam, …, pp. 23-24.

 

[4] BAUSANI A., Il “pazzo sacro” nell’Islam, …, pp. 251-253.

Tag: , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: