7.8 Noè


Analizziamo ora la figura di Noè, che ci sembra interessante anche per i possibili paralleli che si possono fare con altre figure simili che abbiamo già visto. Si tratta di un eroe culturale che presenta anche alcuni aspetti che rientrano nella sfera della santità, proprio per gli stessi motivi di Mosé. Con l’ebraismo le due figure diventano molto fluide e ci sono continue contaminazioni tra l’una e l’altra per cui è difficile distinguere nettamente. E anche se noi, nella nostra analisi, daremo maggior risalto ad alcuni aspetti piuttosto che ad altri, non è detto che essi siano meno importanti.

Iniziamo raccontando brevemente la storia di Noè così come possiamo dedurla sia dai testi sacri ebraici, ma anche da quel corpo di leggende che corre loro parallelo. Noé è figlio di Lamec e nipote di Matusalemme. Quando nasce è candido come la neve e rosso come una rosa. Ha i capelli bianchi come lana e i suoi occhi sembrano raggi di sole, se li apre inonda di luce tutta la casa, egli inoltre è già circonciso. Il padre si spaventa e lo crede figlio di un angelo, allora manda il nonno a chiedere spiegazioni a Enoc, il quale rivela che ci sarà il diluvio e che Noè è destinato a sopravvivervi insieme ai suoi figli. Inoltre la nascita di Noè fa sì che la terra torni alla condizione in cui si trovava prima della caduta di Adamo: la terra torna a produrre da sola i suoi frutti, e sarà poi Noè ad inventare l’aratro, la falce, la zappa e gli altri oggetti per la coltivazione del suolo. E’ l’arcangelo Uriele ad avvisare Noè del diluvio e a dargli le istruzioni per salvarsi. Prima che ciò accada passa ancora del tempo e Noè tenta di avvisare gli altri uomini affinché si ravvedano e cambino comportamento, ma senza successo. Viene costruita l’arca, opera che richiede molta sapienza e abilità, Noè vi riesce perché Dio gli manda l’arcangelo Raffaele col libro sacro che gli dona tutta la sapienza necessaria. Prima del diluvio gli animali vengono radunati sull’Arca e quando infine la pioggia arriva, la grande imbarcazione si dimostra l’unico rifugio sicuro. Insieme a Noè si salvano sua moglie e i tre figli con le loro spose. Le terribili piogge durano per un anno intero e alla fine è la colomba ad annunciare al patriarca che l’arca può approdare. Ma Noè non esce subito dall’arca, aspetta che sia Dio a ordinarglielo e inoltre lo fa solo dopo che il Signore gli promette che una catastrofe simile non si sarebbe mai più ripetuta. Una volta vista la devastazione che le inondazioni avevano causato, accusa JHWH di non essere stato abbastanza misericordioso, ma Dio lo sgrida perché non aveva pregato quando poteva. Noè allora comprende il suo errore e cerca di espiarvi con un sacrificio appropriato che però non può celebrare lui in quanto reso zoppo dal leone mentre era sull’arca.

Successivamente Noè riceve i primi comandamenti da Dio, primo su tutti quello di non spargere il sangue di altri uomini. Egli allora si premura di istruire i figli e le loro discendenze perché ciò non accada mai, ma purtroppo la storia dopo di lui andrà diversamente. Sempre dall’arcangelo Raffaele, per conto di JHWH, gli sono rivelati tutti i rimedi per scacciare gli spiriti maligni e guarire le malattie, e ha così inizio l’arte medica. E’ il primo a piantare una vigna e a ubriacarsi col vino, questo gli attira la prima maledizione e la prima schiavitù. Muore in età molto avanzata e non ci è rimasto nulla riguardo le circostanze della sua morte.[1]


 

[1] Tutte le notizie sulla vita di Noè sono tratte da: GINZBERG L., Le leggende ebraiche, Adelphi, Milano 1995, Vol. I, pp. 140-171.

 

Tag: , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: