7.3 Re, profeti e sacerdoti


Quando gli ebrei si stanziano nella terra di Canaan da nomadi diventano sedentari e cambiano diverse abitudini assorbendo alcuni costumi del luogo. Uno di questi è la monarchia, un altro è la concentrazione del culto nel Tempio. Il re non è né divino né sacerdote, ma è l’unto del Signore, che però presenta molte analogie coi re babilonesi, hittiti e cananei. In questa seconda fase, con la presenza del Tempio e del re, si rischia di affievolire quel rapporto diretto tra il popolo e il suo dio. Una figura importante era quella del profeta, che era anche veggente e indovino perché recuperava proprio il rapporto diretto con JHWH; infatti tramite il profeta era Dio a parlare al suo popolo, il profeta era solo un portavoce.[1] La parola dei profeti permetteva di accertare il volere di JHWH, ma nella vita quotidiana esistevano anche delle pratiche oracolari affidate ai sacerdoti ed erano diverse da quelle dei Cananei.[2]

Il rapporto tra l’uomo e dio sembra essere più che altro improntato a una dinamica del tipo: peccato-punizione-pentimento-perdono. Non c’è una finalità escatologica di salvezza, non c’è un uomo distrutto che debba essere restaurato. La salvezza avviene solo tramite l’Alleanza, e l’unione con dio avviene su questa terra seguendo le sue vie.[3] La gerarchia dei sacerdoti addetti al Tempio era molto ben definita. C’era il Gran Sacerdote, nome assunto dal capo del clero di Gerusalemme solo dopo l’esilio, che aveva alle sue dipendenze un secondo sacerdote. Altri sacerdoti con funzioni inferiori erano i guardiani del soglio, gli anziani dei sacerdoti, capi delle stirpi levitiche consultati in particolari situazioni, c’erano poi cantori, suonatori e danzatori e infine gli schiavi addetti ai servizi più umili.[4]


[1] BRELICH A., Introduzione alla storia delle religioni, …,  pp. 308-322.

[2] Di NOLA A., Ebraismo e giudaismo, …, p. 38.

[3] Di NOLA A., Ebraismo e giudaismo, Editori Riuniti, Roma 1996, p. 92.

[4] Di NOLA A., Ebraismo e giudaismo, …, p. 135.

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: