Roma – La religione: cenni generali


6.1 Le origini

La religione romana rimane, ancora oggi, una tra le meno conosciute e meno comprese nei suoi caratteri essenziali. E’ molto probabile, come appare da un’analisi linguistica condotta da Dumèzil sui termini usati per indicare i concetti politici e religiosi, che i Latini che per primi si insediarono sul colle Palatino fossero popolazioni di origine indoeuropea, infatti le radici di molti termini sono le stesse usate nell’India Vedica o nell’Iran più antico.[1]  Si veda ad esempio ritus che richiama il Veda ŗta e l’Iranico arta che indicano il tempo più adatto per un rituale, oppure il purus latino col pavate Vedico (“egli purifica”), castus con sasti (“colui che istruisce”).[2] Quando Roma vinceva le altre città si appropriava dei loro culti o per evocatio (un rituale diretto alla divinità protettrice della città nemica perché abbandonasse i suoi protetti e passasse dalla parte di Roma) oppure manteneva il culto locale e ne istituiva uno uguale nell’Urbe, ma senza subirne il fascino. Sarà solo quando entrerà in contatto con il raffinato mondo ellenistico che la sua civiltà si disgregherà rapidamente.

E’ in quest’epoca che fiorisce la letteratura e le arti romane e gli stessi studiosi sono già convinti che le loro divinità siano identiche a quelle greche. Esistono però alcune documentazioni della religione anteriore, purtroppo non è molto: documenti archeologici e il calendario festivo arcaico, nonché l’annalistica e i registri pontificali. Nel calendario arcaico delle festività risultano alcune divinità di cui neanche gli eruditi di epoca ellenistica erano riusciti a sapere nulla, mentre un nucleo di feste presente in ogni calendario successivo e a loro dedicate  ne testimonia l’antichità. Secondo la tradizione fu il re Numa che istituì le cariche sacerdotali. Esistevano vari tipi di sacerdozi pubblici articolati secondo compiti fondamentalmente distinti. I pontifices, guidati dal pontifex maximus, erano gli esperti della religione in generale. C’era poi il rex sacrorum che celebrava pochi riti dell’anno sacrale, gli augures che facevano parte di un altro collegium sacerdotale e avevano il compito di capire il consenso o il dissenso divino verso le imprese pubbliche.

Il collegio dei decem o quindecim viri sacris faciundis doveva consultare i libri Sibillini, testi oracolari di origine cumana, quando accadeva un avvenimento eccezionale. I flamines erano quindici, ognuno al servizio di una divinità, i tre maggiori erano quelli dediti al culto di Iuppiter, Mars e Quirinus.[3] Anche i segni che delimitavano i confini erano oggetto di culto, a loro veniva sacrificato durante i Terminalia, feste nelle quali, i proprietari dei terreni vicini ricevevano come offerte primizie, cereali, focacce, favi di miele e vino. Il rito prevedeva inoltre che essi venissero spalmati col sangue della vittima sacrificale, cinti di bende e ornati di corone e lucerne. Non era raro che presso i proprietari terrieri si celebrassero sacrifici sia pubblici che privati al dio Terminus.[4] Questi era il numen di ogni terminus, si identificava con ogni sasso, tronco o altro oggetto che segnasse il perimetro di un terreno, veniva considerato il custode della pace e dell’amicizia, nonché dei confini e quindi dell’integrità del patrimonio terriero. Terminus risiedeva anche in Campidoglio, all’interno del tempio di Iuppiter Optimus Maximus.[5] Lì gli era tributata una supplicatio publica con lo scopo di controllare i pericoli che minacciavano i fines dello Stato.[6]


[1] DUMÉZIL G., Archaic Roman Religion, The University of Chicago Press, Chicago 1970, p. 16.

[2] DUMÉZIL G., Archaic Roman Religion, …, p. 81.

[3] BRELICH A., Introduzione alla storia delle religioni, …, pp. 216-229

[4] PICCALUGA G., Terminus, Ed. dell’Ateneo, Roma 1974, pp. 118-119.

[5] PICCALUGA G., Terminus, …, pp. 122-123.

[6] PICCALUGA G., Terminus, …, p. 127.

 

Tag: , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: