Un nuovo racconto


Non so se riuscirò a mantenere la struttura che avevo dato inizialmente a questo blog, perché gli impegni della vita, quelli davvero importanti, mi lasciano poco tempo. Così intanto vi regalo questo racconto che tempo fa scrissi per una persona in crisi con la fede, perché non capiva come Dio può permettere che accadano cose cattive all’uomo… io l’avevo intitolato:

Capodanno

– Eccomi… eccomi… – il giovane uomo entrò baldanzoso, con passo svelto. Si tolse il cappello a cilindro e fece un breve inchino di saluto, appoggiò il bastone d’avorio accanto a un trono dall’alto schienale, nero più dell’ebano e con intarsi rosso sangue che talvolta rilucevano con maggior intensità – Non avrai pensato che non arrivassi, vero? – concluse sedendosi e abbandonandosi contro lo schienale.

– Non ne ho mai dubitato, Lucifero – il suo interlocutore era seduto di fronte a lui su un trono che sembrava scolpito nel cielo stesso, azzurro con venature bianche che ricordavano le nuvole e gli intarsi risplendevano di tutti i colori dell’arcobaleno. Indossava una semplice tunica chiara e nonostante i capelli e la barba bianca fossero indice di una certa età, il suo volto emanava una grande forza ed energia – D’altra parte è un’eternità che ci incontriamo qui, ogni anno, nello stesso istante e tu non sei mai mancato…

– E’ vero, è vero, è troppo importante perché io manchi, no? Lascia stare, non rispondere, è una domanda retorica… ma tu lo sai già, giusto? Tu sai tutto – il giovane rise di gusto, poi proseguì – Un istante ogni anno, un istante rubato al tempo… un istante tra gli istanti… un istante infinito eppure pur sempre un istante… un istante in cui decidiamo il futuro degli esseri umani…

– No – lo interruppe l’altro – puoi usare tutte i giri di parole che vuoi, scherzare con la poesia, ma no, noi non decidiamo nulla. Ogni essere umano può decidere per sé, noi proponiamo…

– Ahahahahah – la risata risuonò sguaiata – dopo tutto questo tempo ancora gli propini questa storia? E davvero pensi che ci credano?

– C’è chi ci crede, sì e chi non lo fa è solo per causa tua, lo sai benissimo, così come sai che non è una “storia”, ma la verità.

– Sì, sì certo è la verità… tu non menti mai, no? – un lampo percorse gli occhi del vecchio – Oh, non arrabbiarti con me se sono irrispettoso… io sono così, sono il diavolo, non posso essere altrimenti, mi hai creato tu così…

– Io non ti ho creato così, tu sei stato creato libero. Hai scelto di essere così. Puoi mentire anche a te stesso, ma mentire a me cosa ti serve?

– A nulla, hai ragione, naturalmente, ma sono fatto così… non ce la faccio a non mentire… mi perdoni vero? – Lucifero fece una risatina che si smorzò di fronte all’imperturbabile serenità del vecchio.

– Allora, cominciamo? O hai altre perle di saggezza da dispensare? – il tono del vecchio era tranquillo.

– Cominciamo, cominciamo, certo che anche tu ogni anno insisti con questa storia degli esseri umani, ma davvero ne hai bisogno? Hai già gli angeli, perché non li lasci estinguere e basta?

– Lucifero, – il tono del vecchio divenne paziente – io sono Dio, non ho bisogno di nulla. Tu eri un angelo una volta e una parte di te sarà sempre tale, anche se la rinneghi e cerchi di nasconderla sotto quintali di depravazione. Anche se voi siete diversi dagli esseri umani, l’unico motivo per cui vi ho creati è lo stesso: per Amore.

– Ahhrggghhh – il giovane afferrò con forza il bastone e lo scagliò a terra – Non so cosa mi dà più fastidio, il fatto che qualunque cosa io dica non riesca mai a farti perdere la pazienza o il fatto che ancora insisti con questa storia dell’amore.

– Perché non è una “storia”… è la verità.

– Sì, per me e per te, ma gli uomini non ci credono più e non ci credono più da tempo sai.

– Non è proprio così… sai… – sorrise il vecchio mandando su tutte le furie l’angelo caduto – E adesso perché ti arrabbi? Non pretenderai che creda anche io alle tue bugie?

– Lasciamo perdere. – continuò il giovane riassumendo il controllo – E’ meglio se iniziamo, no?

– Certo, come preferisci? In ordine alfabetico? Guarda, quest’anno sono tutti eccezionali, li ho visti e li ho immaginati così belli e ricchi d’amore, splendidi, risplendenti di luce…

-…e capaci di volare più in alto degli angeli, ma per piacere! Ogni anno è la stessa storia, per te sono tutti splendidi e bellissimi e luminosi e grandi!

– Hai ragione è così ogni anno, ma è perché ogni anno, ogni uomo è un’idea che mi è nata in mente, un’idea così bella e luminosa che me ne sono innamorato!

– Già, già e che ti credi che non lo so? E per fortuna che ci sono io perché altrimenti a quest’ora la Terra sarebbe tutta un Paradiso…

– Già ci sei tu… questo è il motivo per cui ogni anno teniamo questa riunione… perché…

– …perché se anche tu li hai pensati in un certo modo, ogni uomo deve essere libero di accettare o rifiutare il suo destino e tutto questo per amore, naturalmente, perché l’amore è libertà. Lo so, lo so, non c’è bisogno che me lo ripeti ogni volta, piuttosto sei proprio sicuro che loro la vogliano questa libertà? Perché sai…- Lucifero si sporse sul trono e il suo tono divenne più seducente – già non scelgono di venire al mondo e poi gli viene propinata questa storia della libertà e intanto soffrono… secondo me preferirebbero nascere già belli e splendenti come tu li hai pensati.

– Ma loro nascono già così, belli come io li ho pensati, cosa stai insinuando?

– Non fare lo gnorri, parlo di tutto quello che viene dopo. Parlo di quando si sentono rifiutati, di quando perdono qualcuno che amano, di quando scoprono che non hanno le possibilità per fare ciò che vogliono davvero, parlo di quelle cose lì, perché sai, sono le cose di cui mi occupo io. – Lucifero sorrise.

– Tu vorresti che io togliessi dalla loro vita ogni difficoltà, ogni imprevisto? – il demonio annuì – In pratica vorresti che io togliessi loro te? – il demonio annuì più forte.

– Pensa… tutti belli, forti, eterni, davvero splendidi, la terra sarebbe realmente un paradiso terrestre… tutti ti amerebbero e nessuno dubiterebbe più che tu esisti. – gli occhi di Lucifero divennero più piccoli, la voce più suadente.

– Tu non smetti mai di provarci, vero? – sorrise il vecchio, poi proseguì – Se io facessi come dici, gli toglierei la libertà e togliendogli la libertà gli toglierei l’amore e io questo non lo farò mai. Ora iniziamo perché quest’anno le idee di cui mi sono innamorato sono uniche e splendide…

– Va bene, va bene iniziamo, ma sappi che io farò di tutto per impedire a ognuno di loro di realizzare ciò che tu hai visto in loro.

– Lo so, ma io li aiuterò.

– Gli farò provare la morte di chi hanno caro.

– Manderò loro i miei angeli per consolarli.

– Non li ascolteranno.

– Non subito, ma lo faranno.

– Farò arrivare l’Angoscia.

– Manderò la Fiducia.

– Desterò la Depressione.

– Accenderò la Speranza.

– Li colpirò fisicamente e saranno sfigurati.

– Darò loro la Forza.

– Tornerò alla carica, li colpirò nel fisico, nel cuore e nella testa. Chi di loro resisterà sarà solo per essere attaccato con più rabbia. – Lucifero si era sporto sulla sedia e sembrava posseduto da una smania furiosa.

– I miei angeli sempre saranno loro accanto.

– Non sarà sufficiente, farò tornare la morte più volte se sarà necessario pur di schiacciare le tue opere migliori, non permetterò loro di sbocciare.

– Scenderò io accanto a loro, con la mia Parola.

– Non basterà! Li piegherò, cadranno, si sentiranno dei falliti, farò loro perdere la gioia di vivere! – gli occhi di Lucifero brillavano di odio – Oh, a dire il vero per molti di loro non dovrò neanche sforzarmi così tanto. Molti saranno abortiti dalle loro stesse madri… pensa… le tue grandi idee d’amore e la madre stessa che li deve partorire li abortisce… per molti altri poi dovrò fare gran poco perché cederanno presto, basterà un luccichio di ricchezza o di prestigio, o le curve di una donna e saranno già persi. Magari sembreranno devoti, seguiranno le tue funzioni, faranno l’elemosina, ma il loro cuore sarà dannato e non si eleveranno mai a ciò che tu hai pensato. Poi ci sono i migliori tra loro, quelli che non solo hanno un grande potenziale, ma anche la forza e il carattere… beh per quelli mi impegnerò più a fondo con tutte le mie forze: Pestilenza, Carestia e Morte… più volte finché non cadranno e diverranno i figli della disperazione.

– Io sarò sempre al loro fianco. – rispose tranquillo il vecchio.

– Non servirà, non ti vedranno! Vedranno solo me, me e le disgrazie che manderò loro… eppure un modo ci sarebbe per evitarlo. – di nuovo la voce di Lucifero divenne melliflua – Manda davvero i tuoi angeli al loro fianco, fai accadere loro cose straordinarie, che vedano concretamente che esisti, spezza le mie catene con la tua spada fiammeggiante!

– Non posso lo sai, per lo stesso motivo di prima. Io sarò sempre accanto a loro coi miei angeli e con la mia potenza, ma sono essi che dovranno accettarla. Non posso imporla, toglierei loro la libertà, libertà anche di non accettarmi, ma di accettare la disperazione che tu porti loro. Lo so che così è più difficile, ma non c’è altro modo e io ho una grande fiducia nell’uomo.

– Però a volte lo fai, a volte intervieni coi miracoli e a volte invece ti appelli alle regole dell’amore e della libertà… non so perché, ma ho l’impressione di non essere l’unico a fregarsene delle regole.

– Non è vero e sai bene anche questo, ma non vorrai davvero che cominciamo adesso una discussione sui miracoli, vero? Ognuno di essi ha una sua ben precisa ragione di essere, sicuro di volerle ascoltare tutte?

– No, no, va bene va bene, hai ragione tu, ma dovevo provarci… – Lucifero si lasciò sprofondare sconsolato sul suo trono nero – Cominciamo…

– Cominciamo – sorrise il vecchio.

Tag: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: